Sportello Orientamento gratuito Numero verde 333 79 41 245
Come diventare insegnante di educazione fisica

Come diventare insegnante di educazione fisica: requisiti, lauree e corsi utili

Aumenta il tuo punteggio in graduatoria!

Contattaci per ricevere una consulenza gratuita dai nostri esperti

Guida completa per diventare professore di educazione fisica: tutte le info su requisiti per concorsi e graduatorie, stipendio medio, corsi di laurea e master utili.

Una delle domande che più spesso si fanno gli studenti appassionati di sport è come fare per diventare insegnante di educazione fisica. Ci vuole una certa predisposizione, fisica e mentale ma soprattutto un grande amore per questa disciplina. Se anche tu ti sei chiesto spesso come diventare professore di educazione fisica questa è la guida adatta a te.

In questa guida:

La figura dell'insegnante di educazione fisica: chi è e cosa fa

Cosa fa l’insegnante di educazione fisica? Questa figura si occupa dell’insegnamento di attività sportive e motorie all’interno della scuola frequentata dai ragazzi. Può insegnare sport individuali (corsa ad ostacoli, salto in lungo) o di gruppo (pallavolo, calcio).

Nello specifico, l’insegnante di educazione fisica svolge un ruolo essenziale nella promozione della salute e del benessere degli studenti. Questo professionista pianifica e conduce lezioni che migliorano la forma fisica, insegnando le regole e le tecniche di vari sport e attività. Educa anche gli studenti sull’importanza di uno stile di vita attivo e sulla nutrizione. Valuta le prestazioni degli studenti, fornendo feedback costruttivi, e mantiene un ambiente di apprendimento sicuro e inclusivo. Inoltre, organizza eventi sportivi, collabora con altri insegnanti e genitori, e si aggiorna continuamente sulle ultime tendenze nel campo dell’educazione fisica.

Chi si chiede come diventare professore di educazione fisica dovrà prestare attenzione anche allo sviluppo sociale ed emotivo dei suoi alunni, promuovendo abilità come il lavoro di squadra e la disciplina personale. Per questo motivo, per insegnare educazione fisica bisogna avere ottime qualità comunicative, così da instaurare un rapporto di dialogo positivo con gli allievi.

Professore di educazione fisica: percorso di studi e lauree online

Che laurea serve per insegnare educazione fisica? Innanzitutto bisogna prendere la laurea triennale in Scienze Motorie e in seguito la laurea magistrale in Scienze Motorie in una delle seguenti classi:

  • LM-47 in Organizzazione e Gestione dei Servizi per lo Sport e le Attività Motorie
  • LM-67 in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate
  • LM-68 in Scienze e Tecniche dello Sport

Puoi anche scegliere di studiare scienze motorie online, conseguendo così una laurea a distanza presso una delle seguenti università telematiche riconosciute dal Miur:

  • Cerca e Confronta i Corsi di Laurea
    Corsi di Laurea:
    Tipologia:
    Classe:
    Ateneo:
    Costo: Agevolazioni

La laurea in Scienze motorie per l’insegnamento conseguita presso un ateneo telematico ha lo stesso valore di una laurea presa in un’università tradizionale, e ti permette anche di ambire a diventare insegnante di educazione fisica nella scuola privata.

Professore di educazione fisica: requisiti, abilitazione e concorso

Una volta conseguita la laurea magistrale in Scienze Motorie, per diventare professore di educazione fisica nelle scuole secondarie bisognerà conseguire i 60 CFU per l’insegnamento tramite percorsi appositi che andranno a sostituire quelli da 24 CFU.

I nuovi percorsi da 60 CFU prevedono lo studio di specifiche discipline, più attività di tirocinio per non meno di 20 CFU/CFA. Il percorso termina con una prova finale comprendente una un’analisi scritta sul tirocinio svolto e una lezione simulata. Al momento, si sta ancora aspettando l’attivazione di questi corsi, i quali saranno presenti anche nelle università telematiche.

Una volta superata questa fase con successo, l’aspirante docente potrà accedere alle seguenti classi di concorso della scuola secondaria:

  • A-48 “Scienze motorie e sportive negli istituti di istruzione secondaria di II grado”
  • A-49 “Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I grado”

Ricordiamo che le iscrizioni per partecipare al prossimo concorso insegnanti per la scuola secondaria di I e II grado sono scadute il 9 gennaio 2024, e che al momento ancora non si hanno notizie sulle date delle prove.

A chi si chiede invece se con la laurea triennale in Scienze Motorie si può insegnare, rispondiamo di sì: in questo caso, bisogna inviare una candidatura a un istituto scolastico tramite MAD e iniziare così la tua carriera di supplente di educazione fisica.

La MAD, o messa a disposizione, è infatti una candidatura spontanea e informale che viene presentata da un candidato per accelerare i tempi di ottenimento delle supplenze. Per aumentare le proprie possibilità di una convocazione si può anche inviare una MAD alle scuole primarie unendola a una domanda sul sostegno.

La MAD è prevista dalla normativa scolastica vigente, ma l’iter può risultare tortuoso e senza l’aiuto di esperti di settore si rischia spesso di perdersi tra le fila della burocrazia rinunciando poi all’impresa. Proprio per questo motivo abbiamo siglato una importante collaborazione con Docenti.it affinché tutti gli studenti che si rivolgono ad AteneiOnline possano avere un’assistenza dedicata per l’invio della MAD a partire da soli 19 €

Come diventare professore di educazione fisica per le scuole primarie

Non tutti sognano una carriera nella scuola superiore, c’è anche chi spera di diventare professore di educazione fisica alle elementari, e per farlo dovrà superare il concorso di Educazione Motoria nella scuola primaria.

Al momento, è in pieno svolgimento un concorso per l’anno scolastico 2023-24, che prevede l’assegnazione di 1.740 docenti a posti comuni vacanti e disponibili. I requisiti di accesso richiesti erano la laurea magistrale in Scienze Motorie nella classe LM-47, LM-67, LM-68 o dei titoli di studio equiparati alle lauree magistrali citate. Inoltre, bisognava essere in possesso dei 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Il concorso consiste in una prova scritta con 50 quesiti e in un colloquio orale.

Diventare insegnante di Educazione Fisica: i corsi utili per ottenere punteggio

In attesa della pubblicazione dei nuovi bandi di concorso, consigliamo a chi vuole diventare insegnante di Educazione Fisica di iscriversi a uno (o anche più di uno) dei Master e Corsi per Docenti riconosciuti dal MIUR che garantiscono (nella misura indicata nei bandi) punteggio incrementale che va a sommarsi a quello ottenute nelle prove, aumentando così nettamente le possibilità di entrare nella graduatoria dei vincitori del concorso.

Questi sono i master per docenti generalmente valutati nei concorsi (nell’ultimo bando 1,25 punti a titolo, si valutano al massimo tre master, conseguiti in tre differenti anni accademici) :

  • Cerca e Confronta i Master Online
    Master:
    Tipologia:
    Ateneo:
    Costo: Agevolazioni

Si dividono in master di primo livello (per accedere ai quali è sufficiente la laurea triennale) e in master di secondo livello (è richiesta la laurea magistrale).

Questi, invece, sono gli altri corsi per docenti che generalmente rientrano tra i titoli valutati nei concorsi:

  • Altri Corsi
    Corso
    Tipologia
    Ateneo
    Costo Agevolazioni

Come possiamo notare dalla tabella, questi corsi si dividono in:

Se vuoi avere maggiori informazioni su uno di questi corsi, compila il form presente in pagina: in questo modo i nostri orientatori ti ricontatteranno al più presto per una consulenza gratuita.

L'insegnante di educazione fisica nelle scuole private

Per insegnare educazione fisica nelle scuole private è sempre necessaria la laurea in Scienze Motorie, associata spesso a un diploma ISEF conseguito prima del 1998. Quando ti presenterai al colloquio con l’Istituto ti verrà richiesta la pratica ottimale di una o più discipline sportive in modo da poter poi trasferire queste competenze agli studenti.

Un requisito in più potrebbe essere quello di aver sviluppato un proprio personale stile e metodo di insegnamento conforme naturalmente alle normative del Ministero dell’Istruzione. In questo modo si potrà emergere tra le numerose domande di studenti laureati che sono alla ricerca di una scuola privata in cui lavorare per prendere uno stipendio più alto. L’insegnante di educazione fisica è un lavoro molto ambito, per cui bisogna imparare a distinguersi.

Il lavoro: quanto guadagna un professore di educazione fisica?

Ora che abbiamo approfondito i requisiti per diventare professore di educazione fisica, concentriamoci sullo stipendio. Se ti stai chiedendo quanto guadagna un professore di educazione fisica, è presto detto: un insegnante di educazione fisica guadagna da un minimo di circa 1.250 euro, per i professori neo iscritti in ruolo, fino a un massimo di 1.900 euro lorde mensili.

Lo stipendio del professore di educazione fisica subisce variazioni in base a diversi fattori, come il lavorare in una scuola pubblica o privata, oppure in base agli avanzamenti di carriera, che avvengono di solito ogni 5 anni.

Dovrai lavorare in media 18 ore a settimana. Saranno circa 4 ore al giorno a cui dovrai aggiungere 40 ore per incontri coi genitori, riunioni di classe e scrutini. È un lavoro impegnativo fisicamente ma che porta anche grandi vantaggi a livello emotivo e professionale: vedrai crescere moltissimi studenti, i quali a distanza di anni potrebbero voler seguire le tue orme.

Se questo è il tuo sogno, devi inseguirlo, a partire dalla laurea: potrai studiare scienze motorie online oppure in un ateneo tradizionale e poi proseguire l’iter per diventare un professionista dell’educazione fisica di successo!

 

Aumenta il tuo punteggio in graduatoria con Ateneionline:

  • Corsi riconosciuti dal MIUR
  • Valutazione del piano di studi
  • Agevolazioni esclusive
  • Iscrizione facilitata
  • Nessun costo aggiuntivo
Consulta i nostri esperti

Contattaci per ricevere gratuitamente informazioni su Corsi e Master per Docenti

Richiedi informazioni