Sportello Orientamento gratuito Numero verde 800 82 84 74
laurea in beni culturali online
Laurea Online in Beni Culturali

Laurea in Beni Culturali Online

Guida alle Lauree Online in Beni Culturali: i corsi disponibili, quali scegliere e cosa sapere

Il corso di laurea in Beni Culturali si articola intorno a una solida formazione di base, che comprende discipline storiche, linguistico-letterarie, geografico-antropologiche e giuridico-economiche, e offre una scelta di insegnamenti di tipo tecnico-scientifico, a seconda degli interessi dello studente.

Se vuoi studiare Beni Culturali on line devi sapere che in Italia esiste un solo Corso di Laurea triennale con denominazione “Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali” (L-01) e puoi conseguirlo presso Uninettuno. Se dopo la laurea triennale in Beni Culturali vuoi conseguire una laurea magistrale puoi iscriverti al corso di Classical Archaeology (LM-02) di Unitelma Sapienza in lingua inglese, che intende fornire un’approfondita formazione nell’ambito dell’Archeologia classica.

Beni Culturali a distanza ti permette poi di accedere a moltissime professioni di verse: dall’archeologo, al direttore di museo, dall’archivista dei beni culturali, all’art advisor, dall’operatore museale all’Organizzatore di eventi culturali.

In questa guida:

Se ancora non hai ben chiaro il percorso da intraprendere ma sai già di voler lavorare nel settore della cultura la laurea telematica in beni culturali è quella giusta per te. La laurea in Beni Culturali online si pone come obiettivo quello di formare laureati che abbiano una buona preparazione di base e un adeguato spettro di competenze e conoscenze nei vari settori dei beni culturali (archeologico, storico-artistico, archivistico e librario, teatrale, musicale, cinematografico, demoantropologico, ambientale e paesaggistico), oltre che nella legislazione che li riguarda.

Iscriversi a Beni Culturali presso una telematica offre l’enorme vantaggio di permettere agli studenti di avviare la propria carriera lavorativa con immenso anticipo rispetto ai coetanei. Il materiale didattico è erogato online tramite una piattaforma specializzata in e-learning: lo studente potrà in questo modo avere accesso ai materiali didattici 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Potrà anche, in qualsiasi momento, mettersi in contatto con tutor e docenti per ricevere delucidazioni su punti non chiari. Alcuni atenei telematici offrono anche la possibilità di incontrarsi dal vivo in modo da abbattere definitivamente lo stereotipo della classificazione universitaria che vede gli studenti online solo davanti ad un monitor.

Per saperne di più sulla laurea a distanza in Beni Culturali continua a leggere la guida o compila il form online al termine della pagina. Uno dei nostri esperti ti ricontatterà a titolo gratuito e senza impegno per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno e permetterti di iscriverti agevolmente al corso di laurea online in Beni Culturali.

Ti verranno riconosciuti i giusti crediti formativi e potrai iniziare la tua carriera didattica già mentre lavori o ti dedichi ad altri progetti.

Laurea in Beni Culturali Online: tutti i corsi disponibili

Nota: per i corsi ad iscrizione agevolata il nostro sportello orientamento potrà offrire gratuitamente assistenza nel processo di iscrizione e nella richiesta di riconoscimento CFU, tariffe ridotte e agevolazioni finanziarie esclusive.

Beni culturali on line si sviluppa su due corsi: il corso di laurea triennale in Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (L-01) di Uninettuno e il corso di laurea magistrale in Classical Archaeology (LM-02) di Unitelma La Sapienza.

Per accedere al corso di Beni Culturali online abbiamo bisogno di un diploma, per accedere a Classical Archaeology (LM-02) abbiamo bisogno di una laurea triennale online o tradizionale. Se dopo la laurea in Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (L-01) dovessimo decidere di intraprendere un altro percorso, sarà sufficiente chiedere il trasferimento nell’università di arrivo e chiedere il riconoscimento dei crediti formativi.

Nei prossimi paragrafi approfondiremo ogni corso di laurea in Beni Culturali online, se hai bisogno di ulteriori informazioni sui singoli corsi puoi compilare il form a fondo pagina per essere ricontattato a titolo gratuito e senza impegno da un nostro consulente che ti aiuterà a presentare la domanda per il riconoscimento dei crediti formativi del corso di laurea in Beni Culturali online.

La laurea in Beni Culturali on line è riconosciuta dal miur, il conseguimento del titolo ha lo stesso valore di quello di qualsiasi università frontale.

Beni Culturali Online nelle Università Telematiche Italiane

L’università telematica in Beni Culturali non trova un’enorme diffusione dal momento che esiste un solo corso di laurea triennale e uno di laurea magistrale, anche se entrambi sono solidamente strutturati.

Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (L-01) di Uninettuno e Classical Archaeology (LM-02) di Unitelma La Sapienza sono corsi che ti permettono di iniziare a lavorare molto presto, dando una propulsione immediata alla tua carriera.

Beni Culturali nell’università online è una facoltà abbastanza scelta perché ti apre un ventaglio molto ampio anche in termini di sbocchi lavorativi, come vedremo tra poco nel paragrafo dedicato.

Se vuoi saperne di più sulla facoltà di Beni Culturali on line scorri al termine della guida per arrivare al form online dove lasciare i tuoi dati per essere ricontattato a titolo gratuito e senza impegno da uno dei nostri esperti in formazione online. Altrimenti continua a leggere per approfondire le informazioni sull’università privata in Beni Culturali.

Tutti i Corsi di Laurea Triennale Online in Beni Culturali

  • Corsi di Laurea Online
    Corsi di laurea
    Ateneo
    Classe
    CFU
    Costo Agevolazioni

Il corso di laurea triennale in Conservazione e valorizzazione dei beni culturali si divide in due indirizzi:

  • Operatore ed esperto in Patrimoni culturali e memoria digitale;
  • Operatore ed esperto in Patrimoni e paesaggi culturali: linguaggi e codici della mediazione.

Il percorso formativo conferisce una solida formazione di base incardinata su materie che forniscono allo studente un’adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici e specifiche competenze professionali riguardanti l’ampia famiglia dei Beni Culturali, da quelli tradizionali, ai beni intangibili, fino al più complesso aspetto del paesaggio culturale e della interculturalità.

L’articolazione in due distinti curricula permette fin dall’inizio allo studente  di scegliere in quale settore specifico dei beni culturali ampliare e approfondire le proprie conoscenze e prepararsi in questo modo anche alla laurea magistrale che, pur essendo in altra università online, è assolutamente accessibile per tutti.

In ciascuno dei due curricula della laurea triennale in Conservazione e valorizzazione dei beni culturali la formazione dello studente si attuerà attraverso un approccio interdisciplinare che prevede uno stretto dialogo tra il settore umanistico, quello tecnologico e quello dei media digitali in modo da aprirgli più porte possibili e permettergli di lavorare, qualora lo desideri, anche senza una laurea specialistica. Nel prossimo paragrafo approfondiremo il percorso di laurea magistrale e tutte le sue peculiarità.

Tutti i Corsi di Laurea Magistrale Online in Beni Culturali

Nota: per i corsi ad iscrizione agevolata il nostro sportello orientamento potrà offrire gratuitamente assistenza nel processo di iscrizione e nella richiesta di riconoscimento CFU, tariffe ridotte e agevolazioni finanziarie esclusive.

La laurea magistrale online in Beni Culturali è riconosciuta sotto la denominazione di “Classical Archaeology (LM-02)" di Unitelma La Sapienza.

Il Corso di laurea magistrale in Classical Archaeology intende fornire un’approfondita formazione nell’ambito dell’Archeologia classica. Requisito fondamentale sarà la conoscenza dell’inglese, lingua in cui tutto il corso verrà sviluppato attraverso attraverso una metodologia didattica che combina risorse di tipo sia tradizionale (conoscenze storico-archeologiche, linguistico-filologiche, artistiche), sia innovativo (applicazione dei più evoluti metodi indirizzati alla conoscenza della cultura materiale), si propone di formare laureati di secondo livello con competenze archeologiche e storiche.

Sarà previsto un tirocinio obbligatorio da svolgersi a Roma o in altro sito archeologico da concordare con la direzione del corso. Gli esami si svolgono esclusivamente in presenza presso la sede di Unitelma Sapienza in Roma. In questo periodo vista l’emergenza sanitaria in corso quest’ultima regola ha subito una modifica. Per saperne di più compila il form online che trovi al termine di questa guida.

Piano di Studi di Beni Culturali: ecco com’è strutturato

Il Piano di studi di Beni Culturali si articola in due curriculum diversi:

  • Operatore ed esperto in Patrimoni culturali e memoria digitale;
  • Operatore ed esperto in Patrimoni e paesaggi culturali: linguaggi e codici della mediazione.

Ogni curriculum ha materie, nell’ambito dei Beni Culturali, diverse. Il curriculum di Operatore ed esperto in Patrimoni culturali e memoria digitale prevede i seguenti esami:

  • Letteratura italiana (nuova edizione) – L-FIL-LET/10
  • Lingua inglese – L-LIN/12
  • Letteratura latina – L-FIL-LET/04
  • Archeologia e storia dell’arte greca e romana – L-ANT/07
  • Storia Medioevale – M-STO/01
  • Storia Moderna – M-STO/02
  • Antropologia dei patrimoni culturali -M-DEA/01
  • Storia dell’arte Medievale – L-ART/01
  • Storia dell’arte moderna – L-ART/02
  • Storia dell’Arte Contemporanea – L-ART/03
  • Storia del collezionismo e del museo – L-ART/04
  • Estetica e linguaggi dell’arte – M-FIL/04
  • Paesaggi delle città e del territorio italiano – ICAR/18
  • Storia Contemporanea – M-STO/04
  • Diritto e Legislazione dei Beni Culturali – IUS/10
  • Progettazione digitale nei Beni Culturali – ING-INF/05
  • Banche dati e memoria digitale – M-STO/08
  • Conservazione, restauro e gestione dei beni culturali – ICAR/19
  • Letterature comparate – L-FIL-LET/14
  • Patrimonio culturale digitale – INF/01
  • Analisi del paesaggio, del territorio e GIS – ICAR/06

Il curriculum di Operatore ed esperto in Patrimoni e paesaggi culturali linguaggi e codici della mediazione prevede, invece, questi esami:

  • Letteratura italiana (nuova edizione) – L-FIL-LET/10
  • Archeologia e storia dell’arte greca e romana – L-ANT/07
  • Storia Medioevale – M-STO/01
  • Lingua inglese – L-LIN/12
  • Letteratura latina – L-FIL-LET/04
  • Antropologia dei patrimoni culturali – M-DEA/01
  • Archeologia fenicio-punica – L-OR/06
  • Archeologia e storia dell’arte musulmana – L-OR/11
  • Civiltà egee – L-FIL-LET/01
  • Archeologia medievale – L-ANT/08
  • Archeologia e storia dell’arte del vicino oriente antico – L-OR/05
  • Paesaggi delle città e del territorio italiano – ICAR/18
  • Metodologia e tecnica della ricerca archeologica – L-ANT/07
  • Storia Moderna – M-STO/02
  • Diritto e Legislazione dei Beni Culturali – IUS/10
  • Storia dei paesi islamici – L-OR/10
  • Letterature comparate – L-FIL-LET/14
  • Rilievo e analisi tecnica dei monumenti antichi – L-ANT/09
  • Territorio, ambiente e mediazione culturale – SPS/10

Beni Culturali, a prescindere dal curriculum, ha un piano di studi lineare con materie simili. Nei prossimi paragrafi continueremo a parlare del corso di laurea online in Beni Culturali per capire, se deciderai di iscriverti, quali costi dovrai sostenere e a quali sbocchi lavorativi potrai accedere.

Costi Laurea Online Beni Culturali: quali sono?

La laurea online in Beni Culturali ha costi assolutamente accessibili a tutti e meno onerosi di quelli delle università frontali. Questo tipo di laurea, infatti, abbatte completamente i costi degli spostamenti e del materiale didattico diventano alla portata di tutti. Cerchiamo di capire ora nello specifico i costi della laurea online in Beni Culturali.

I costi della laurea telematica di Beni Culturali oscillano intorno ai 2300 l’anno. Nel calcolo bisogna considerare il costo di base della laurea triennale in beni culturali (2000€) a cui bisogna aggiungere € 140 della tassa regionale, che deve essere versata ad ogni inizio direttamente dallo studente alla regione. In questo costo bisogna conteggiare anche il costo della tassa di laurea (una tantum), € 250. Se dovessi rinunciare per qualsiasi motivo agli studi di Beni Culturali dovrai pagare una mora di € 300.

Nel costo complessivo appena annunciato bisognerà considerare una riduzione data dalle convenzioni proposte dall’ateneo e dalle borse di studio messe a disposizione dall’ateneo online. All’Uninettuno le rette annuali possono essere scontate versando l’importo in un’unica rata; in questo caso si potrebbero risparmiare fino a 70 € ma per avere un quadro chiaro della cifra precisa che andrai a pagare avrai bisogno di compilare il form al termine di questa guida.

In questo modo uno dei nostri esperti potrà contattarti e fare il calcolo per date dandoti delle direttive chiare e aggiornate sulle scoutistiche a cui personalmente puoi accedere,

I costi dei corsi possono essere oltretutto rateizzati in due o quattro rate annuali. In questo modo potrai avere il pieno controllo delle tue finanze e organizzarti le spese mentre studi e continui a lavorare. I costi della laurea in Beni Culturali Online sono potenzialmente diversi per ogni candidato: devi solo scoprire il tuo.

Master Online in Beni Culturali

I master online in Beni Culturali riconosciuti dal miur sono i seguenti:

  • Tutela, valorizzazione e restauro dei beni culturali e architettonici della Chiesa: un percorso formativo di secondo livello proposto da eCampus finalizzato all’acquisizione di competenze specialistiche per la tutela, valorizzazione e restauro dei beni culturali ecclesiastici.
  • Management dei beni e delle attività culturali: un percorso formativo di primo livello proposto da Unitelma che riguarda la gestione manageriale delle attività culturali. Emerge, nelle istituzioni culturali, il fabbisogno di figure professionali che uniscano ad un solido bagaglio culturale e di conoscenze tecniche, spiccate capacità gestionali ed organizzative.
  • Museologia, gestione e valorizzazione dei beni culturali: un percorso di primo livello proposto da Unicusano che mira a rivolgersi sia agli operatori del settore che intendono aggiornare e riqualificare le proprie competenze professionali sia a laureati o neolaureati fortemente motivati ad intraprendere una carriera professionale nell’ambito della gestione e valorizzazione  dei beni culturali, in particolare attraverso lo studio e l’analisi di casi pratici nel campo della museologia e delle tecnologie applicate in ambito museale.
  • Patrimonio culturale ed enogastronomia: un percorso di primo livello proposto da Uninettuno che risulta essere il naturale completamento dei due curricula triennali proposti dalla stessa università telematica.

Sbocchi Lavorativi di Beni Culturali: ecco quali sono

Gli sbocchi lavorativi di Beni Culturali sono diversi a seconda se deciderai di fermarti dopo la triennale o proseguire conseguendo anche la laurea specialistica. Ecco un elenco per gli studenti di Beni Culturali di sbocchi lavorativi:

  • Hr Junior;
  • Seo Junior;
  • organizzatore di convegni;
  • archivista e bibliotecario;
  • redattore;
  • gestore e presentatore di performace artistiche;
  • giornalista;
  • restauratore;
  • tecnico dell’organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale;
  • dipendente presso teatri comunali e musei civici;
  • impiegato presso gallerie private o fondazioni e associazioni no profit;
  • operatore turistico.

La ‘mission’ non è solo quella della valorizzazione, ma anche quella della conservazione attraverso strumenti innovativi, in cui rientra il concetto di memoria digitale e di digitalizzazione dei patrimoni culturali attraverso i linguaggi informatici e i nuovi media. Se dopo la laurea triennale non hai intenzione di fermarti, le tue possibilità si moltiplicano: con la magistrale di Beni Culturali gli sbocchi lavorativi si moltiplicano.

Grazie alla laurea magistrale in Classical Archeology il candidato avrà la possibilità di:

  • collaborare con Istituzioni pubbliche e private preposte alla tutela e alla gestione del patrimonio archeologico-culturale nazionale e internazionale;
  • inserirsi in progetti e programmi internazionali di cooperazione per la promozione del patrimonio archeologico dei paesi extra-europei e la valorizzazione delle risorse culturali anche a fini turistici;
  • lavorare presso Enti Locali per i quali è prevista un’ampia delega nella gestione e nella valorizzazione dei Beni Culturali.

Nel prossimo paragrafo cercheremo di capire come fare per diventare un archeologo.

Per diventare archeologo hai bisogno di superare diversi step: dopo aver completato la laurea triennale in Beni Culturali, devi iscriverti alla specialistica. Una laurea magistrale ti permetterà di diventare docente universitario, curatore di un museo o archivista, solo per nominare alcune delle professioni più interessanti collegate a questo ricco settore, permettendoti di fare esperienza prima di accedere definitivamente alla professione in oggetto.

Dopo aver ottenuto una laurea magistrale in Archeologia potresti iscriverti ad una delle tante scuole di specializzazione del settore, che hanno come scopo approfondire la preparazione dello studente nel campo delle discipline archeologiche. Dovrai superare un test d’ingresso ma poi dopo aver sostenuto l’esame finale ti si apriranno moltissime porte.

Se non te la senti di accedere alla scuola di specializzazione potresti optare per un dottorato. Dovrai studiare un anno in più rispetto a una scuola di specializzazione, dato che un dottorato ha una durata complessiva di tre anni, ma è il primo passo per ottenere i requisiti necessari a svolgere un’eventuale carriera da professore universitario. In entrambi i casi avrai bisogno di un tirocinio curricolare ma poi avrai tutti i requisiti necessari a diventare un archeologo.

In Italia la professione dell’Archeologo non è regolata da un albo professionale, né per quanto riguarda l’aspetto formativo né per quanto riguarda l’esercizio lavorativo. Per diventare un archeologo, di conseguenza, hai bisogno di fare tutta la pratica possibile per essere riconosciuto in quanto professionista del settore.

Qual è la migliore Università Telematica con Beni Culturali?

Impossibile stabilire quale sia la migliore università telematica in Beni Culturali dal momento che Uninettuno propone un percorso di studi triennale e Unitelma magistrale e per giunta in lingua inglese. Sono entrambi ottimi atenei online riconosciuti dal Miur e monitorati dall’Anvur, ente pubblico della Repubblica Italiana, vigilato dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

L’Anvur, istituito nel 2006 con sede a Roma, si occupa della valutazione dell’attività delle università in Italia. Ogni anno esprime valutazioni sui singoli atenei mantenendo in questo modo il livello qualitativo controllato in tutti gli atenei online o meno. Il grande vantaggio di entrambi gli atenei consiste nella possibilità di avere a disposizione i materiali 7 giorni su 7, 24 ore su 24.

Avrai anche la possibilità di comunicare costantemente con tutor e docenti in grado di risolvere tutti i tuoi problemi legati allo studio. Unitelma si appoggia ad uno dei più grandi atenei italiani, La Sapienza; Uninettuno offre maggiori libertà. Se vuoi saperne di più e scegliere l’università telematica più adatta alle tue esigenze compila il form online e lasciati aiutare da uno dei nostri esperti.

Beni Culturali online nelle principali città italiane

Beni Culturali online è disponibile con sedi fisiche per l’esame in tutte le principali città italiane ecco un elenco completo di tutti gli indirizzi per farti un’idea di quello più vicino a te.

Beni Culturali Online a Roma: sedi e atenei online

Beni Culturali a Roma è disponibile presso i punti universitari dedicati a Unitelma e Uninettuno.

Uninettuno si trova qui:

  • Corso Vittorio Emanuele II, 39 con la sua sede centrale;
    ha sedi d’esame anche presso Consel – Consorzio ELIS in via Sandro Sandri 45, Roma (Polo attivo per i soli studenti ELIS)
    presso l’Università degli studi “Roma Tre” in via Ostiense 159;
  • Via Nomentana 335
  • Oriolo Romano, 257 – Roma
  • Via del Pellegrino, 155

Unitelma, invece, qui:

  • Sede centrale in viale Regina Elena , 295;
  • Sede d’esame presso l’Istituto San Pio X, in via degli Etruschi, 36

Beni Culturali Online a Milano: sedi e atenei online

Beni Culturali a Milano è disponibile presso i punti universitari dedicati a Unitelma e Uninettuno.

Uninettuno si trova qui:

  • presso l’Università IULM Milano in via Carlo Bo 1;
  • presso l’AFOL Metropolitana in via Soderini 24;
  • In viale Toscana, 3/5 – Rozzano (MI);

Unitelma Milano, invece, si trova in via Giosuè Carducci n. 39 – 20099 Sesto San Giovanni (MI).

Beni Culturali Online a Torino: sedi e atenei online

Beni Culturali a Torino è disponibile presso i punti universitari dedicati a Unitelma e Uninettuno.

Uninettuno Torino si trova presso il Politecnico di Torino a Corso Duca degli Abruzzi 24 ma ha anche una sede d’esame in via G. Reiss Romoli, 274.

Unitelma Torino si trova solo in via Treviso 12.

Beni Culturali Online a Napoli: sedi e atenei online

Beni Culturali a Napoli è disponibile presso i punti universitari dedicati a Unitelma e Uninettuno.

Uninettuno si appoggia all’Università Federico II Napoli (Servizio di Orientamento Formazione e Teledidattica) in via Claudio 21;

Unitelma Napoli si trova nel Campus Città del Sapere, Spazio “Off Screen”, Corso Secondigliano 11, 80144 Napoli (sede temporanea).

richiedi informazioni
Laurea in Beni Culturali Online
Sportello Orientamento:
consulta gratuitamente i nostri esperti

Perché affidarsi a noi?

Ecco cosa dice chi si è iscritto a un corso di laurea online con il nostro supporto:

Richiedi informazioni