Sportello Orientamento gratuito Numero verde 800 82 84 74

Prestiti bancari per studenti universitari: come finanziarsi gli studi

Avete mai sentito parlare di prestiti d'onore o prestiti al consumo per studenti universitari? In questa guida vi spieghiamo tutto quello che c'è da sapere!

Avete mai sentito parlare di prestiti d'onore o prestiti al consumo per studenti universitari? In questa guida vi spieghiamo tutto quello che c'è da sapere!

Perché iscriversi con AteneiOnline:

  • Conoscenza di TUTTI gli Atenei
  • Riconoscimento CFU rapido
  • Iscrizione facilitata
  • Agevolazioni esclusive
  • Completamente GRATUITO
richiedi informazioni

Come finanziarsi gli studi universitari: guida ai prestiti per gli studenti

Nonostante le università italiane mettano a disposizione agevolazioni, convenzioni e borse di studio per gli studenti con buoni profitti e con difficoltà economiche, spesso molti di loro hanno bisogno di prestiti bancari per finanziare il proprio percorso di studi. I prestiti per studenti universitari sono linee di credito create ad hoc dagli istituti bancari per quelle persone che hanno intenzione di iscriversi ad un corso di laurea triennale o magistrale oppure ad un master, ma hanno necessità di un supporto economico per farlo.

Proprio per questo motivo, i prestiti per studenti universitari generalmente prevedono tassi di interesse bassi e rate non troppo alte. In questa guida vi spiegheremo proprio come funzionano i prestiti bancari per studenti, ricordandovi che esistono due tipologie diverse:

  • prestiti d’onore per studenti universitari
  • prestiti al consumo per studenti lavoratori

Sono sempre di più gli studenti che scelgono questa soluzione per affrontare il percorso universitario e non ci stupiamo affatto, visto che le spese per la formazione sono un investimento oneroso, ma al tempo stesso fondamentale per il futuro lavorativo.

Prestiti d’onore per studenti universitari

Come già detto nella nostra introduzione, i prestiti per studenti si dividono in due tipologie differenti. In questa prima parte della guida approfondiremo il tema dei prestiti d’onore per gli studenti. Si tratta solitamente di prestiti per studenti senza reddito e senza garante, per cui non c’è bisogno né di garanzie di un familiare, per l’appunto, né di reddito dimostrabile. Così tra i vantaggi possiamo annoverare proprio l’opportunità di accedere a questo credito anche se non si lavora. Per i prestiti d’onore per studenti i richiedenti devono solo dimostrare di essere iscritti in uno degli atenei convenzionati e di avere una buona predisposizione allo studio, testimoniabile attraverso i voti conseguiti alla maturità e/o all’università.

Ecco i principali istituti bancari che offrono prestiti d’onore per studenti universitari:

Intesa San Paolo

“Per Merito” è il prestito d’onore offerto dalla Banca Intesa San Paolo per gli studenti universitari. Per richiederlo non ci sono spese e non servono garanzie patrimoniali. Per ogni anno del corso ordinario di laurea (fino a un massimo di 5) è possibile finanziare fino a 3.000 euro per gli studenti in sede e fino a 5.000 euro per i fuori sede in due tranche semestrali; per i Master da € 10.000 a € 50.000 in unica soluzione. L’importo richiesto può essere usato anche per l’affitto e il materiale didattico. Una volta terminato il corso di studi si ha a disposizione un periodo ponte fino a 24 mesi per restituire la somma, anche tramite un prestito personale.

Possono richiedere il prestito “Per Merito” tutti gli studenti maggiorenni residenti in Italia che frequentano qualsiasi ateneo (comprese quindi le università telematiche) o politecnico in Italia o all’estero che, se neo-diplomati, abbiano conseguito un voto di diploma pari o superiore a 85/100 oppure, se già iscritti all’università, risultino in regola con il pagamento della retta e abbiano conseguito nel precedente semestre accademico l’80% degli esami o 20 CFU. La verifica del requisito degli esami e dei CFU viene ripetuta a cadenza semestrale e condiziona il pagamento della tranche.

Intesa San Paolo, inoltre, ha stipulato specifici accordi con molte delle principali università italiane allo scopo di creare linee di credito ad hoc per gli studenti di quegli atenei: è il caso, tra le Università Telematiche, di Unimarconi.

Unicredit

“Ad Honorem” è il prestito d’onore di Unicredit  che prevede un importo massimo pari a 27.700 euro per un periodo variabile a seconda del corso di studi, finito tale periodo, l’ammontare del denaro utilizzato insieme agli interessi maturati verrà trasformato in prestito personale, estinguibile in un minimo di 12 mesi ad un massimo di 180 mesi. È possibile iniziare a rimborsare il prestito fino a due anni dopo la conclusione del ciclo di studi.

Possono richiedere il prestito “Ad Honorem” gli studenti universitari residenti in Italia, di nazionalità comunitaria o extracomunitaria, iscritti presso gli Atenei Convenzionati con Unicredit:

  • Atenei Piemontesi COREP
  • Johns Hopkins University
  • MIB School of Management Trieste
  • MIP Politecnico di Milano
  • Università di Bologna
  • Università Bocconi di Milano
  • Università Luiss di Roma

I criteri di valutazione per l’ammissione al prestito vengono decisi dai diversi atenei.

Banca Sella

Banca Sella supporta gli studenti che vogliono iscriversi a un master post universitario tramite un prestito d’onore a loro dedicato con accesso semplificato al credito e condizioni più favorevoli al rimborso. Il prestito copre il costo del master post universitario a cui ci si vuole iscrivere, in Italia o all’estero, oltre alle eventuali spese di vitto e alloggio documentate, per un massimo pari al 10% del costo del master. In totale, l’importo massimo finanziabile è di 50.000 euro.

È possibile restituire il prestito a partire da 24 mesi dalla fine del master, così da avere tempo di trovare lavoro e avere maggiore stabilità finanziaria. Inoltre, si può scegliere di rimborsare il prestito fino a 120 rate mensili.

Possono richiedere il prestito d’onore di Banca Sella tutti gli studenti che vogliono iscriversi a un master universitario di I o II livello erogato da un ateneo italiano (comprese quindi le università telematiche) o straniero (in caso di MBA o LLM) che abbiano conseguito un voto di laurea uguale o superiore a 100 per la Laurea Triennale o a 105 per la Laurea Magistrale.

Prestiti al consumo per studenti lavoratori

Come abbiamo visto, i prestiti d’onore sono sicuramente un’ottima opportunità per chi ha bisogno di finanziarsi gli studi, ma hanno anche dei requisiti di accesso abbastanza stringenti: alcuni non coprono tutti gli atenei ma solo alcuni, altri valgono per i master ma non per i corsi di laurea, altri ancora richiedono dei requisiti accademici molto alti. Per questo, non sempre è possibile accedere a queste linee di credito agevolato.

Esiste però una valida alternativa per finanziarsi gli studi: i prestiti al consumo. Si tratta di linee di credito pensate per chi ha già un reddito (oppure un garante) e hanno il grande vantaggio che possono essere richieste in maniera veloce, da tutti: non sono previsti requisiti riferiti al tipo di ateneo scelto o all’andamento universitario.

Santander Consumer Bank: prestiti per chi studia online

Spesso a usufruire dei prestiti al consumo sono proprio gli studenti lavoratori, ovvero la categoria certamente più rappresentata all’interno delle università telematiche.

Proprio per questo, AteneiOnline ha stretto una collaborazione con Santander Consumer Bank per dare modo ai propri iscritti di richiedere un  prestito personale a sostegno dei progetti di studio tramite una pagina web dedicata esclusivamente a loro. Ogni richiesta effettuata attraverso questa pagina verrà gestita totalmente online e in tempi rapidi sarà possibile passare dalla simulazione della rata fino alla firma del contratto.

Inoltre, gli studenti di AteneiOnline possono beneficiare del supporto di un gruppo di esperti, sia nella fase di richiesta del prestito, sia in quella di assistenza post-vendita. Tutto questo, ovviamente, senza costi aggiuntivi e quindi in maniera totalmente gratuita. Per avere maggiori informazioni, potete visitare la pagina dedicata all’iniziativa.

Finanziarsi gli studi: i vantaggi delle università telematiche

Perché è più facile finanziarsi gli studi in un’università telematica? Innanzitutto, perché si tratta di strutture che danno modo di lavorare e studiare contemporaneamente: la didattica erogata in modalità e-learning, infatti, permette agli iscritti di seguire le lezioni comodamente da casa, in qualsiasi momento della giornata semplicemente con un click, entrando nelle aule virtuali. In questo modo si può lavorare senza paura di perdere le lezioni e allo stesso tempo avere il denaro necessario per pagare le rate nei tempi prestabili, oltre alla possibilità di poter accedere anche ai prestiti per lavoratori.

Senza dimenticare che i corsi di laurea online garantiscono numerosi risparmi per quanto riguarda le spese accessorie. Come detto in precedenza, le lezioni si possono seguire da qualsiasi luogo, l’importante è avere un dispositivo connesso ad Internet. Questo fa sì che gli studenti non debbano avere spese per vivere da fuori sede (vitto e alloggio) oppure per fare il pendolare (con l’acquisto di un abbonamento autobus/treno oppure il denaro per la benzina). È necessario recarsi in sede solo per gli esami di profitto e le sedute di laurea, tuttavia ogni università telematica ha diverse succursali sparse su tutto il territorio italiano, in modo tale da rendere lo spostamento il più breve e il più economico possibile.

Ulteriori risparmi riguardano anche il materiale didattico, infatti solitamente non c’è bisogno di acquistare libri in quanto tutto il necessario per prepararsi agli esami viene messo a disposizione direttamente sul portale dell’ateneo. Inoltre, i costi delle università online possono diminuire ulteriormente grazie alle numerose agevolazioni, convenzioni e borse di studio che ogni istituto ha stipulato con varie aziende (tra cui proprio AteneiOnline) e a cui ogni immatricolato può iscriversi.

richiedi informazioni
Richiedi informazioni