Sportello Orientamento gratuito Numero verde 800 82 84 74

Come diventare pedagogista: studi, laurea e lavoro

Come diventare pedagogista in Italia? Chi è interessato a questa professione che riguarda gli ambiti dell’educazione e della formazione ha un percorso di studi obbligatorio da svolgere prima di iniziare a lavorare come pedagogista. In questo approfondimento vi spiegheremo tutte le tappe per svolgere questo lavoro. [tabella_contenuti] Chi è e cosa fa: i diversi tipi […]
Come diventare pedagogista in Italia? Chi è interessato a questa professione che riguarda gli ambiti dell’educazione e della formazione ha un percorso di studi obbligatorio da svolgere prima di iniziare a lavorare come pedagogista. In questo approfondimento vi spiegheremo tutte le tappe per svolgere questo lavoro. [tabella_contenuti] Chi è e cosa fa: i diversi tipi […]

    Sportello Orientamento:
    consulta gratuitamente i nostri esperti

    Come diventare pedagogista in Italia? Chi è interessato a questa professione che riguarda gli ambiti dell’educazione e della formazione ha un percorso di studi obbligatorio da svolgere prima di iniziare a lavorare come pedagogista. In questo approfondimento vi spiegheremo tutte le tappe per svolgere questo lavoro.

    In questa guida:

    Chi è e cosa fa: i diversi tipi di pedagogista

    Il pedagogista è un esperto di processi formativi ed educativi che ha il compito di realizzare interventi per soddisfare bisogni educativi precisi. Questa figura si occupa di dare sostegno alle persone con attività di consulenza, didattica, recupero delle competenze cognitive in ambito formativo dei bambini.

    Le diverse mansioni dipendono soprattutto dalla specializzazione presa, infatti ci sono diversi tipi di pedagogista: clinico, infantile e giuridico. Proseguendo nella lettura vi parleremo nel dettaglio di queste figure, ma prima ci occuperemo del percorso di studi da affrontare per fare questo lavoro.

    Università e laurea per diventare pedagogista

    Ricordiamo che la Laurea Triennale in Scienze dell’educazione e della formazione (L-19) permette solamente di svolgere l’attività di Educatore Professionale, mentre per diventare pedagogista è necessario essere in possesso di un titolo di studio magistrale. Ecco un elenco completo delle discipline di base da sostenere:

    • M‐DEA/01 ‐ Discipline demoetnoantropologiche
    • M‐FIL/01 ‐ Filosofia teoretica
    • M‐FIL/03 ‐ Filosofia morale
    • M‐FIL/06 ‐ Storia della filosofia
    • M‐PED/01 ‐ Pedagogia generale e sociale
    • M‐PED/02 ‐ Storia della pedagogia
    • M‐PED/03 ‐ Didattica e pedagogia speciale
    • M‐PED/04 ‐ Pedagogia sperimentale
    • M‐PSI/01 ‐ Psicologia generale
    • M‐PSI/04 ‐ Psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione
    • SPS/01 ‐ Filosofia politica
    • SPS/07 ‐ Sociologia generale
    • SPS/08 ‐ Sociologia dei processi culturali e comunicativi

    C’è la possibilità di frequentare università tradizionali o telematiche. Gli atenei online offrono una maggiore flessibilità nel seguire le lezioni, che possono essere visionate anche “in differita” h24, 7 giorni su 7.

    Inoltre tutto il materiale didattico è messo a disposizione direttamente sui portali delle università ed infine gli esami si possono svolgere nella sede più vicina alla propria abitazione per evitare viaggi e spostamenti.

    Vedi anche il nostro approfondimento sulle migliori università telematiche in Italia.

    La laurea triennale in Pedagogia o in Scienze della Formazione

    Come dicevamo, il primo passo è il percorso triennale con il corso di laurea L-19 in Scienze dell’Educazione e della Formazione: gli atenei online che attualmente erogano la classe di laurea L-19 sono sette:

    La laurea magistrale: le classi di riferimento

    I corsi di laurea magistrale in Pedagogia si dividono in due classi:

    1. Scienze dell’Educazione degli adulti e della Formazione Continua(LM-57)
    2. Scienze Pedagogiche (LM-85)

    In questo caso il corso di studi nella classe di laurea LM-57 è disponibile solo nell’università telematica IUL, mentre quello nella classe di laurea LM-85 viene erogato da eCampus, Unicusano, Unimarconi, Unipegaso.

    Le diverse figure di pedagogista

    Una volta ottenuto il diploma di laurea magistrale però è necessario capire quale specializzazione intraprendere: se nell’ambito clinico, infantile oppure giuridico. Come diventare pedagogista clinico? Questa figura si occupa dei problemi giornalieri, dello sviluppo sano, del potenziamento delle risorse, del benessere e dello sviluppo della persona (singola, coppie o gruppi) e del suo ambiente.

    Invece come diventare pedagogista infantile? In questo caso il focus è sui primi anni di vita di un bambino: il professionista analizza i processi di sviluppo, maturazione e crescita dei più piccoli nelle prime fasi della loro vita.

    Infine come diventare pedagogista giuridico? Questo ruolo interviene per le persone con provvedimenti penali in difficoltà e tutti quelli che richiedono interventi di reinserimento socio-educativo. In tutti questi casi il consiglio è di proseguire con un Master specifico in uno di questi campi.

    Gli sbocchi lavorativi

    Gli sbocchi lavorativi di pedagogia sono davvero tanti e da non sottovalutare nella loro complessità. Come iniziare a lavorare come pedagogista? Prima di tutto chiariamo quali sono le professioni che si possono esercitare con questo titolo:

    • Consulente pedagogico
    • Consigliere dell’orientamento e del placement
    • Coordinatore di servizi socio educativi territoriali
    • Direttore didattico di asili nido e di altri servizi per l’infanzia
    • Insegnante
    • Pedagogista
    • Professore dell’istruzione e formazione professionale secondaria (Cfp) e superiore (Its, Ifts)
    • Psicopedagogista
    • Specialista della gestione dei processi di formazione e aggiornamento nella pubblica amministrazione o nelle reti di imprese private
    • Specialista dei processi di alternanza scuola lavoro e nell’organizzazione formativa degli apprendistati, dei tirocini e degli stage
    • Specialista in risorse umane
    • Specialista nei processi di formazione e aggiornamento sul lavoro

    I laureati quindi possono lavorare come dipendenti in scuole, Enti locali, ASL, Servizi del Ministero della Giustizia, Aziende, Università, Imprese, Enti del privato sociale, inoltre possono lavorare come pedagogista in studio privato.

    Stipendio: quanto può guadagnare un pedagogista

    Secondo quanto riporta Jobbydoo, lo stipendio di un pedagogista è di circa 1.150 euro netti al mese (quindi 20.100 euro lordi all’anno), con uno stipendio minimo di 750 euro netti al mese fino ad un massimo di 1.800 euro netti al mese.

    Ovviamente questa cifra varia in base anche all’esperienza ottenuta nel tempo da un professionista: è ovvio che un tirocinante ha una retribuzione minore di chi svolge questo lavoro da più tempo.

    Conclusioni

    Se quello del pedagogista è il lavoro che sogni di fare ti consigliamo di compilare il form qui sotto e un nostro consulente ti risponderà per darti tutte le informazioni in merito ai corsi di laurea per via telematica visti sopra.

    richiedi informazioni

    Perché affidarsi a noi?

    Ecco cosa dice chi si è iscritto a un corso di laurea online con il nostro supporto:

    Richiedi informazioni