Sportello Orientamento gratuito Numero verde 800 82 84 74

Come diventare commercialista: laurea, tirocinio ed esame

Come diventare commercialista
Sportello Orientamento:
consulta gratuitamente i nostri esperti

La professione del commercialista può essere definita come quella del “consulente che opera nel campo del diritto commerciale, del diritto tributario, della ragioneria e della contabilità in generale”. Quella del commercialista è una professione che presuppone una laurea magistrale e un aggiornamento continuo per star dietro a tutti i cambiamenti in materia fiscale e non solo.

Se vuoi sapere come diventare commercialista, quali corsi di laurea (online) da seguire, se desideri informazioni circa il tirocinio obbligatorio, l’esame di stato e l’iscrizione all’albo non ti resta che leggere questa guida.

In questa guida:

Chi è e cosa fa un commercialista

Il commercialista è un professionista laureato e iscritto all’albo dei dottori commercialisti che aiuta sia privati che società nella gestione contabile e fiscale. Alcuni dei suoi campi di azione sono la redazione delle dichiarazioni dei redditi, dei bilanci d’esercizio, nonché la gestione delle relazioni dei suoi clienti con l’Agenzia delle Entrate.

L’iter per diventare commercialista in sintesi

Per diventare dottore commercialista c’è un iter preciso da seguire. Prima di tutto bisogna iscriversi all’università e laurearsi in una delle facoltà che permettano di accedere poi all’esame di stato e che sono: le lauree specialistiche o magistrali in scienze dell’economia o in scienze economico-aziendali nonché la laurea in economia del vecchio ordinamento.

Conseguita la laurea è il turno del tirocinio, della durata di 18 mesi, che – volendo – può iniziare anche mentre si sta finendo di frequentare l’università. Trascorsi i 18 mesi si può accedere all’esame di stato. Se si supera allora ci si potrà finalmente iscrivere all’albo di dottori commercialisti.

Si può diventare commercialisti senza laurea?

Considerando la mole di studi e di conoscenze che sono alla base di questa professione è assolutamente impossibile diventare dottori commercialisti senza una laurea. Ma non solo, la laurea che occorre per iscriversi all’albo dev’essere magistrale (o del vecchio ordinamento) perché con una laurea triennale si potrà diventare solo esperti contabili.

La laurea in Economia

Appurato quindi che non si può diventare dottori commercialisti senza una laurea vediamo – nello specifico – quali sono le lauree magistrali ad hoc per questa tipologia di lavoro.

Fermo restando che si può scegliere se frequentarle presso un’università frontale (che poi sarebbero le università tradizionali) o presso un’università online riconosciuta dal Miur la scelta può ricadere su due classi di laurea:

Nel caso in cui si volesse un percorso più breve ci si potrà iscrivere a una Laurea Triennale (L-18 o L-33) che però consentirà di iscriversi all’albo professionale di esperti contabili.

Che si scelga di diventare esperti contabili o commercialisti una cosa è certa: a differenza delle università tradizionali, quelle online hanno degli indiscutibili vantaggi. Prima di tutto è possibile studiare e seguire le lezioni comodamente da casa, negli orari preferiti (un’ottima soluzione anche per chi deve lavorare e non ha modo e tempo di frequentare le lezioni in presenza); inoltre non c’è bisogno di recarsi in loco né di trasferirsi nella città dove sorge l’ateneo per cui si evitano ingenti costi di spostamento o affitto.

Come se non bastassero questi vantaggi è bene ricordare che in Italia le università online sono 11 e tutte riconosciute dal MIUR per cui il titolo di studio conseguito sarà perfettamente equipollente a quello delle altre università. Nella pagina dedicata alla laurea online in Economia sono disponibili tutte le informazioni utili per chi decidesse di optare per un percorso di studi a distanza.

Il tirocinio

Conseguita la laurea nella facoltà prescelta il prossimo passo è il tirocinio di 18 mesi presso lo studio di un commercialista o di un esperto contabile che sia a sua volta iscritto all’albo da minimo 5 anni. Se invece ci si vuole abilitare come revisore dei conti il tirocinio dovrà essere più lungo e durerà 36 mesi.

Esame di Stato e iscrizione all’Albo

L’esame di stato per diventare dottore commercialista è composto da quattro prove. Tre sono prove scritte di cui due su materie come contabilità d’impresa, , diritto privato, diritto commerciale, revisione aziendale, finanza aziendale, diritto tributario e una terza prova di carattere pratico (la redazione di atti relativi al contenzioso tributario). La quarta prova è invece orale, un colloquio sulle materie delle tre prove scritte e su altre come – per esempio – legislazione e deontologia professionale, economia o matematica.

Partita IVA e svolgimento della professione

Il commercialista, dopo essersi iscritto all’albo del dottori commercialisti aprirà una partita iva e inizierà la sua libera professione presso uno studio o aprendone uno in proprio. Il codice ATECO relativo sarà il 692011 – Servizi forniti da dottori commercialisti (nel caso dei commercialisti) e il 692013 – Servizi forniti da revisori contabili, periti, consulenti ed altri soggetti che svolgono attività in materia di amministrazione, contabilità e tributi (nel caso degli esperti contabili).

Differenza tra commercialista ed esperto contabile

Come abbiamo chiarito in questa guida, diventare commercialista ed esperto contabile sono due cose differenti e seguono due percorsi differenti, più breve quello dell’esperto contabile rispetto a quello del dottore commercialista.

Nella pratica e quindi a livello di mansioni, ci saranno però alcune attività che l’esperto contabile non potrà effettuare, come la revisione contabile delle società di capitali, il trasferimento delle quote societarie e la rappresentanza presso le commissioni tributarie.

Stipendio: quanto può guadagnare un commercialista

Lo stipendio del commercialista varia a seconda della quantità e del prestigio dei clienti che segue, varia se si occupa di società di grande importanza o se segue solamente privati e piccole imprese individuali.

Non possiamo dare per questo un’idea precisa degli stipendi ma – sicuramente – più il commercialista è bravo nel suo lavoro e più potrà arrivare a guadagnare anche considerando i parametri sopra elencati.

Conclusioni

Se quindi ti piace questa professione, se ti interessa il diritto, la contabilità, se desideri insomma diventare un dottore commercialista non esitare a compilare il form qui sotto, il nostro Sportello Orientamento ti contatterà per darti tutte le informazioni di cui puoi avere bisogno per il primo passo e cioè la scelta di un’università adatta al tuo scopo.

richiedi informazioni

Perché affidarsi a noi?

Ecco cosa dice chi si è iscritto a un corso di laurea online con il nostro supporto:

Richiedi informazioni