Sportello Orientamento gratuito Numero verde 800 82 84 74

UNESCO: conferita cattedra all'Unitelma per lo studio del patrimonio culturale

I vantaggi di Unitelma

  • Lunga tradizione
  • Legata a La Sapienza
  • Nessun test di ammissione
richiedi informazioni

La Cattedra UNESCO conferita all’Università degli studi Unitelma Sapienza rappresenta una tappa importante del lungo percorso che ha visto Unitelma Sapienza, con i suoi professori ed esperti, dare grande risalto alla Convenzione UNESCO per la Salvaguardia dei Beni Culturali Immateriali. Nel dettaglio, la UNESCO Chair on Intangible Cultural Heritage and Comparative Law mette a disposizione dei progetti di ricerca nei settori del diritto pubblico comparato, del diritto internazionale e dell’antropologia culturale.

Il titolare della cattedra UNESCO “Patrimonio culturale Immateriale e diritto comparato”, che si trova attualmente presso il Dipartimento di Diritto ed Economia dell’università telematica con sede a Roma, è il Professor Pier Luigi Petrillo – Ordinario di Diritto pubblico comparato e dal 2018 membro dell’organo di valutazione delle candidature del patrimonio culturale immateriale (unico e primo italiano a farne parte).

La cattedra UNESCO viene data per un periodo di quattro anni grazie ad un accordo firmato dal Rettore dell’Ateneo ed il Direttore Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura. Questo programma è stato lanciato nel 1992 e promuove la collaborazione internazionale interuniversitaria e l’organizzazione in rete.

Tra gli scopi della Cattedra UNESCO istituita presso questa università c’è in risalto innanzitutto lo studio del patrimonio culturale immateriale grazie all’elaborazione di un’analisi comparativa dei principali strumenti giuridici e degli esempi più significativi di tutela giuridica del patrimonio culturale immateriale. Questo metodo è rivolto principalmente ai paesi del Mediterraneo e dell’America Latina. L’intento è quello di arrivare ad una coscienza “globale” sui temi del patrimonio culturale immateriale, puntando sulle buone pratiche e mettendo a disposizione gli strumenti giuridici per la loro replicabilità in altri Paesi.

In Italia, dal 1992 ad oggi sono state solo 32 le Cattedre UNESCO assegnate:

  • Cattedra Interdisciplinare di Biotecnologia (1998) dell’Università di Tor Vergata, Roma
  • Cattedra “Diritti umani, Democrazia e Pace” (1999) dell’Università degli studi di Padova
  • Cattedra Pace, Sviluppo e Politiche Culturali (1999) Istituto Internazionale Jacques Maritain, Roma
  • Cattedra Diritti dell’uomo ed etica della Cooperazione internazionale (2003) Università degli studi di Bergamo
  • Cattedra Sviluppo umano e Cultura della pace (2006) Università degli studi di Firenze
  • Cattedra Programmazione urbana e regionale per lo sviluppo locale sostenibile (2008) Università degli studi di Ferrara
  • Cattedra Inclusione Sociale e Spaziale dei migranti internazionali: Politiche e Pratiche urbane (2008) Università IUAV Venezia
  • Cattedra Popolazione, Migrazione e Sviluppo (2008) Università La Sapienza di Roma
  • Cattedra Bioetica e Diritti Umani (2009) Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Università Europea di Roma
  • Cattedra Sviluppo Sostenibile e Gestione del Territorio (2010) Università di Torino
  • Cattedra Pluralismo Religioso e Pace (2008) , Università di Bologna
  • Cattedra Engineering for Human and Sustainable Development (2011), Università Degli Studi di Trento
  • Cattedra Energy for Sustainable Development (2011), Politecnico di Milano
  • Cattedra Architectural Preservation and Planning in Wolrld Heritage Cities (2012), Politecnico di Milano-Polo territoriale di Mantova
  • Cattedra Sustainable Urban Quality and Urban Culture, Notably in Africa (2013) Università La Sapienza di Roma
  • Cattedra Water Resources Management and Culture (2013) Università per stranieri di Perugia
  • Cattedra Antropologia della salute – biosfera e sistemi di cura (2013) Università di Genova
  • Cattedra on Anticipatory Systems (2013), Università di Trento
  • Cattedra Training and Empowering Human Resources for Health Development in Resource-Limited Countries (2014) Università di Brescia
  • Cattedra on New paradigms and instruments for bio-cultural landscape management (2015), Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione-SITI (The Higher Institute on Territorial Systems for Innovation), associazione no profit nell’ambito del Politecnico di Torino.
  • Cattedra “Heritage and urban regeneration”,(2016) IUAV-Venezia
  • Cattedra su “Prevenzione e gestione del rischio idrogeologico” (2016) Università di Firenze
  • Cattedra su “Landscape cultural heritage and territorial governance”, (2016) BENECON-CENTRE OF COMPETENCE Scarl (Research Centre for Cultural Heritage, Ecology and Economy), Caserta
  • Cattedra su “Mediterranean cultural landscape and communities of knowledge”, (2016) Università della Basilicata, Potenza
  • Cattedra “Intersectorial Safety for Disaster Risk Reduction and Resilience”, (2017) Università di Udine
  • Cattedra in “Educazione per lo sviluppo umano e solidarietà tra i popoli”, (2017) Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano
  • Cattedra su “Educazione alla salute e sviluppo sostenibile” (2019), Università Federico II di Napoli
  • Cattedra su “Eguaglianza di genere e diritti delle donne” (2019), Università di Insubria, Como
  • Cattedra su “Patrimonio culturale Immateriale e diritto comparato” (2019), Università di Roma Unitelma, Sapienza
  • Cattedra su “Environment, Resources, and Sustainable Development” (2020) Università degli Studi di Napoli Parthenope
  • Cattedra “Education, Growth and Equality” (2020) Università degli Studi di Ferrara
  • Cattedra “Plants for health in the mediterranean traditions” (2020) Università di Salerno
  • Cattedra su “Water Heritage and Sustainable Development” (2020) Università Ca’ Foscari di Venezia

Perché affidarsi a noi?

Ecco cosa dice chi si è iscritto a un corso di laurea online con il nostro supporto: